Pensiero del giorno: L'istante di eternità

Vivere la vita eterna… La vita eterna alla quale aspirano i mistici non è un periodo di tempo, bensì uno stato di coscienza. A partire dall'istante in cui entriamo in contatto con la Sorgente divina, e per tutto il tempo che rimaniamo in essa, la vita eterna comincia a circolare in noi. Perché la vita eterna è una qualità di vita, abbondante, ricca, piena. 
Può darcene un'idea un'immagine molto semplice. Prendiamo un bastone... È un oggetto rettilineo con un inizio e una fine, dunque qualcosa di limitato. Ecco il tempo. Ma supponiamo ora che questo bastone sia flessibile, e che lo si curvi fino a unirne le due estremità. Esso diventa un cerchio, e con il cerchio si può avere un'idea dell'eternità: nessun inizio, nessuna fine... Un'unità infinita. Ogni istante della nostra vita in cui riusciamo a legarci alla Sorgente divina entra nel cerchio e diventa vita eterna; entrando nel cerchio, quell'istante ha cambiato natura, non è più una particella staccata dal Tutto. Mentre ogni punto di una linea retta è un istante del tempo, ogni punto del cerchio, invece, è un istante dell'eternità. "

Omraam Mikhaël Aïvanhov 
 
 

Contenuti: