Pensiero del giorno: Istruzione

Per migliaia di anni, l'essere umano ha lavorato per accumulare gli elementi con i quali ha formato i suoi vari corpi: fisico, astrale, mentale, causale, buddhico e atmico. Grazie a quei corpi, egli è in relazione con tutte le regioni dell'universo – le più luminose come le più oscure –, che vengono a proiettarsi sullo schermo della sua coscienza, un po' come sullo schermo di un cinema.
Così, su quello schermo vengono proiettate in successione immagini che sono l'espressione della sua natura inferiore, oscura ed egocentrica (i corpi fisico, astrale, mentale), oppure della sua natura superiore, luminosa e generosa (i corpi causale, buddhico e atmico). Chi è lucido può constatare che spesso, con il proprio pensiero, la propria volontà e i propri desideri, smuove degli acquitrini. Ma se ha toccato il Cielo, vedrà apparire degli splendori sul proprio schermo e si istruirà. È così che egli “prende coscienza”, come si suol dire, della realtà dei mondi che lo abitano.

Omraam MIckael Aivanhov

 

Contenuti