Il Cambiamento - feed

Boom di acquisto di auto nuove nell’Italia dei "poveri"

Non passa giorno senza che si dica che l’Italia è in grandi difficoltà economiche, si citano i poveri, le famiglie disperate; eppure, in una situazione che i media dipingono da terzo mondo, c’è il boom di acquisto di auto nuove...

Il dramma dei bambini dietro le sbarre

Nel carcere di Rebibbia si è consumata una tragedia: una detenuta ha gettato per le scale i due figli, uno di 4 mesi morto sul colpo e l'altro di 2 anni, che pare in morte cerebrale. In Italia sono 62 i bambini fino ai 6 anni dietro le sbarre con le loro madri.

Alla soglia dell'irreversibilità

Esiste una soglia oltre la quale l'instabilità delle temperature della Terra diventerà irreversibile? E se sì, dove si colloca? La stiamo forse raggiungendo? Pietro Greco, chimico e scrittore, ci accompagna nel ragionamento che ciascuno di noi, oggi, è tenuto a fare.

Meno immigrati e più hotel a 5 stelle per i gatti...

Non passa giorno senza che il nostro fantastico paese ci stupisca con effetti speciali di tutti i tipi. Nel sacro suolo italico dove l’immigrato, grazie a partiti razzisti e vari media, è diventato il problema centrale, colpa di tutti i mali, e dove si dice che ci siano 5 milioni di presunti poveri, ora abbiamo anche un meraviglioso hotel di lusso per i gatti.

Dal 16 al 22 settembre settimana europea della mobilità

La mobilità dovrebbe essere sostenibile tutto l'anno. O prendiamo atto di questa necessità o andiamo... poco lontano, appunto! A sensibilizzare opinione pubblica e governi esiste una iniziativa europea, la settimana della mobilità, che vede quest'anno l'adesione di 51 nazioni tra cui l'Italia, per un totale di 2524 città.

Ufficio di Scollocamento batte Centri per l’impiego 10 a 0

I dati Istat ci dicono che nei Centri per l’impiego pagati dallo Stato, cioè da tutti noi, si buttano 600 milioni di euro l’anno per far trovare lavoro solo al 3% dei 2 milioni e mezzo di persone che si rivolgono a quegli stessi centri, che annoverano la bellezza di 8 mila impiegati in oltre 550 uffici sparsi in tutta Italia.

Le associazioni: «La Regione Toscana autorizza sostanze tossiche e nocive nelle aree di captazione delle acque sotterranee»

«Nonostante l’impegno preso a parole dal presidente della Regione Toscana di bandire il glifosato, il Consiglio Regionale ha di fatto approvato l’uso di questa e di altre sostanze ancora più pericolose nelle zone di captazione delle acque sotterranee». È la denuncia delle associazioni European Consumers, Isde-Medici per l'Ambiente e Pesticide Action Network Italia.

Ilva: un futuro di morte o di vita per Taranto e il meridione?

Qual è veramente il futuro che si vuole dare all’Italia? E, nel caso dell’Ilva, quale futuro si vuole dare a Taranto e al meridione? Ci sono due strade ben definite: una è quella che si è percorsa fino a ora e che porta disoccupazione, emigrazione, cancri, ambiente devastato, esaurimento delle risorse, produzione illimitata di rifiuti, distruzione delle ricchezze e risorse locali, futuro nero per le prossime generazioni. E l'altra...

I No Tav scrivono al Governo: «Bloccate la Torino-Lione»

I No Tav scrivono al ministro Toninelli e al premier Conte perché agiscano per bloccare la realizzazione della Torino-Lione. Nella lettera aperta, resa nota dal blog del Presidio Europa No Tav, vengono spiegate ancora una volta le ragioni del no e le motivazioni secondo le quali l’opera è ritenuta «inutile, devastante e antieconomica».

Rivoluzione del clima e salute: passare dalle parole ai fatti

Minaccia o opportunità? Se pensiamo a come definire il cambiamento climatico, il primo termine ci sembrerà sicuramente più adeguato, ma a volte cambiare prospettiva può far nascere delle sorprese. Ce lo spiega Cristiana Pulcinelli, scrittrice, giornalista e docente al master in comunicazione della scienza della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste.

Cambiare alimentazione per ridurre il riscaldamento globale

Le moderne abitudini alimentari stanno avendo un impatto negativo sempre più forte non solo sulla salute delle persone ma anche sulla sostenibilità ambientale. Giacomo Toffol e Laura Reali, dell'Associazione Culturale Pediatri, ci accompagnano in una interessante e documentata riflessione.

Quanti siamo sul pianeta? E che effetto ha sul clima?

Ma davvero il numero di abitanti del pianeta non ha alcun effetto sul clima? La domanda retorica e, dunque, polemica l’hanno (ri)proposta John Bongaarts, del Population Council di New York, e Brian O’Neill, del National Center of Atmospheric Research di Boulder, in Colorado sulla rivista Science.

Greta Thunberg presidente del consiglio, subito!

Lei, Greta Thunberg, è la quindicenne svedese che sta facendo parlare di sé in tutto il mondo perchè da due settimane è in sit-in di protesta davanti al Parlamento di Stoccolma e in "sciopero" dalla scuola (che in Svezia è già iniziata) per chiedere maggiore attenzione sul problema dei cambiamenti climatici.

Contro la disoccupazione meglio imparare un mestiere manuale

I dati e i rilevamenti dicono una cosa chiara: in Italia non si trovano persone in grado di fare mestieri "manuali", che richiedono competenze artigianali, concrete, perizia con le mani. Eppure i numeri della disoccupazione sono preoccupanti...Sarà che bisogna correggere la rotta...

In viaggio con i rifiuti... per capire

Malgrado le campagne di sensibilizzazione, quelle per la riduzione, il riuso e il riciclo, malgrado le spiegazioni, sono tantissime le persone che ancora non hanno idea di cosa accada al "rifiuto" quando se ne liberano. Allora seguiamolo, mettiamoci in viaggio col "rifiuto" e cerchiamo di capire perché è vitale ridurli drasticamente.

La miope guerra contro i lupi

Anche la Regione Toscana vuole mettere in cantiere l'ok all'abbattimento dei lupi e si è già tenuto un incontro con gli assessori di Trento e Bolzano. Eppure è scelta miope e sbagliata. Vediamo perché.

Siamo alla fame ma gli alimenti nei campi e sugli alberi marciscono

In merito ai presunti cinque milioni di poveri che ci sarebbero in Italia, è interessante fare alcune valutazioni pratiche. Abbiamo già visto che probabilmente per ricavare questi dati vengono fatte valutazioni non corrispondenti alla realtà, ma c’è un altro elemento che li rende ancora più fragili.

Pagine