BuoneNotizie.it

Il Palio di Siena: dal Medioevo la sfida continua, anche in TV

Come da secoli a questa parte, il 16 agosto si tiene l’evento più importante di tutta la Toscana: il Palio di Siena. Una corsa ippica che attrae numerosissimi visitatori.

Il fascino di un evento antico di secoli ma sempre attuale

Il termine “palio” indica un drappo riccamente ricamato o dipinto che veniva consegnato al vincitore delle competizioni che si disputavano in alcune città italiane durante il periodo del Medioevo e del Rinascimento. Nel significato attuale, tale termine sta ad indicare anche la gara il cui premio è proprio il drappo.

Il Palio di Siena non è sorto come manifestazione turistica, in quanto è una vera e propria tradizione. Infatti, il primo Palio risale al 1633 e da allora si svolge regolarmente ogni anno presso Piazza del Campo. Si tratta di una gara tra i rappresentanti delle 17 Contrade. Ognuna è come uno Stato in miniatura, i cui confini sono stati definiti nel 1729 dalla Governatrice di Siena, Violante di Baviera.

In ogni Contrada vi è un Seggio presieduto da un Priore guidato da un Capitano; quest’ultimo è assistito da due o tre tenenti che altri non sono che contradaioli. L’aspetto curioso è che dal Medioevo questa organizzazione interna non è stata mai modificata, così come l’obiettivo di realizzare attività benefiche come il sostegno economico verso le aree terremotate d’Italia. E così, il Palio rappresenta solo la punta dell’Iceberg di tutta la vita quotidiana delle Contrade. Il Palio si svolge due volte all’anno: il 2 luglio (Palio di Provenzano) e il 16 agosto (Palio dell’Assunta), sempre in onore della Madonna, rivelando l’origine medievale dell’evento.

Le regole del Palio di Siena

Innanzitutto, vi è una prima estrazione di 10 dei 17 quartieri di Siena che si andranno a fronteggiare sul Campo ricoperto da tufo, argilla e sabbia per ridurre il rischio di incidenti.

Allo scoppio del mortaretto escono i cavalli dall’Entrone in base all’estrazione. Ogni fantino riceve un nerbo di bue per interagire con il cavallo incitandolo o rendendo la gara difficoltosa agli avversari delle altre Contrade. In seguito a ciò, ci si approssima alla “mossa“: è un punto attraversato da due canapi  che servono per far allineare tra di loro i fantini. L’ultima Contrada entrerà già in movimento sancendo l’inizio del Palio. In caso di partenze non corrette, un secondo scoppio del mortaretto fermerà la gara. I cavalli percorrono quasi 1000 metri corrispondenti a tre giri di pista. Si tratta di una “giostra medievale” in cui è permesso di tutto, compreso anche corrompere il fantino con ulteriore denaro per recar danno a una Contrada rivale. Al temine del Palio si decreta il vincitore: il cavallo. Che, sì, può giungere al traguardo anche privo del fantino e cioè “scosso”. Il tutto per circa una novantina di secondi di corsa. In seguito, i vincitori  si recano col loro trofeo nella Basilica della Madonna di Provenzano o presso il Duomo (a seconda della data) per ringraziare la Madonna con il canto Maria Mater Gratiae. Infine, tra settembre e i primi giorni di ottobre si tiene la “cena della vittoria“, a cui assistono moltissimi contradaioli oltre al cavallo vittorioso, il vero e proprio protagonista della vittoria.

L’appuntamento in TV

Le 10 squadre estratte che si andranno a fronteggiare sono: Aquila, Pantera, Bruco, Torre, Oca, Onda, Drago, Istrice, Selva e Chiocciola. Per tutti gli appassionati di questo evento che non hanno potuto recarsi a Siena, il consiglio è quello di sintonizzare i televisori alle 18.15 su Rai2, così come comunicato dal sito dell’ufficio stampa della Rai. Nel corso della trasmissione, condotta da Annalisa Bruchi, vi saranno anche alcuni contributi filmati e interviste. E tanta trepidazione, dal momento che tre Contrade avvertono particolarmente la necessità di una vittoria: l’Aquila, che non vince da ben 27 anni; la Chiocciola, da 20 anni; la Pantera da 13 anni; e, infine, il Bruco da 11.

Appuntamento a questo pomeriggio, allora. E, come si dice… Che vinca il migliore!

L'articolo Il Palio di Siena: dal Medioevo la sfida continua, anche in TV è tratto da BuoneNotizie.it.

Pannelli di paglia di riso: negli Usa nasce un maxi impianto

La paglia in edilizia sta trovando spazio, anche se è ancora un settore di nicchia. Ma non la pensano così negli Stati Uniti dove un’impresa ha investito 315 milioni di dollari per realizzare un impianto grazie al quale diventerà essere il primo produttore al mondo di pannelli di fibra a media densità. Se non vi dice nulla il nome tecnico, pensate che sono i più famosi e diffusi pannelli di fibra, spesso preferiti al compensato, largamente usati per produrre mobili e soluzioni di arredo…

L'articolo Pannelli di paglia di riso: negli Usa nasce un maxi impianto è tratto da BuoneNotizie.it.

La spossatezza estiva si batte a tavola

Si chiama “Natsubate” che letteralmente significa “esaurimento estivo” ed è la diagnosi, fornita dagli scienziati giapponesi, alla spossatezza, i problemi di digestione e la letargia che prendono il sopravvento con l’aumento repentino delle temperature. Una condizione fisica, di costante stanchezza causata dall’estate che può anche portare a disidratazione, crampi e colpi di calore. Eppure, tenerla a bada non sembra poi così difficile. Secondo quanto dichiarato a The Japan Times da Keiko Kamachi, dietologo e professore di nutrizione presso la Kagawa Nutrition University di Tokyo, il segreto è racchiuso in una dieta corretta e in piccoli pasti che forniscano la giusta dose di energie e nutrienti durante la giornata.

Questa dieta, che in Italia prende il nome di “regola dei cinque pasti”, produce effetti positivi non solo sul corpo ma anche sullo stato mentale, riducendo il rischio di ansia, depressione e stress emotivo…

L'articolo La spossatezza estiva si batte a tavola è tratto da BuoneNotizie.it.

Ferragosto 2019: musei aperti a Milano, Firenze, Roma e Napoli

Buone notizie per gli amanti dell’arte per un Ferragosto 2019 all’insegna della cultura. Anche quest’anno, infatti, sono numerosi gli appuntamenti previsti con musei e parchi archeologici che, in barba all’estate, resteranno aperti per ferie. Per la gioia di tanti turisti, italiani e non, che potranno ammirare (a volte anche gratuitamente) i beni culturali presenti a Milano, Firenze, Roma e Napoli. In alcuni casi gli orari di apertura si prolungheranno fino a sera. Ma vediamo ora più nel dettaglio le iniziative che caratterizzeranno il 15 agosto. A partire da Milano.

Ferragosto milanese

Il comune milanese, all’interno del programma “Estate Sforzesca“, ha organizzato ben 82 eventi suddivisi tra musica, teatro e danza per soddisfare le diverse esigenze di intrattenimento e cultura. Tanto dei milanesi quanto dei numerosi turisti che vi si recano in visita. Il programma, che si concluderà il 25 agosto, prevede 60 spettacoli a pagamento e 22 gratuiti. Per la giornata di Ferragosto 2019, l’evento gratuito previsto è uno spettacolo pirotecnico sulle note di musica classica, a cura dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, dal titolo “Fuochi d’Artificio”. Appuntamento, allora, alle 21 al Castello Sforzesco.

Tra i numerosi musei con aperture straordinarie, sono da visitare la Galleria d’Arte Moderna con la mostra dedicata all’artista Andrea Ventura, fruibile fino all’8 settembre. Presso i Mudec – Museo delle Culture, invece, sarà possibile visitare, tra le altre, la mostra “Capitani coraggiosi – L’avventura umana della scoperta (1906 – 1990). Infine, anche il Museo del Novecento, il Padiglione d’Arte Contemporanea e il Palazzo Reale permetteranno di esplorare varie mostre; in particolare, quelle dedicate all’artista Ugo Nespolo e ai Preraffaelliti esposte presso il Palazzo Reale.

Cultura nella Città Eterna

Anche nella Capitale d’Italia sono numerosi i luoghi visitabili, sia a titolo gratuito che a pagamento, e che accontenteranno i gusti tanto degli appassionati d’arte quanto di chi vorrà esplorare i monumenti.

Tra i vari luoghi aperti al pubblico, saranno visitabili gratuitamente la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e le Terme di Caracalla. Per quanto riguarda i musei, sarà fruibile liberamente anche il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, dove si potranno apprezzare le sue innumerevoli meraviglie.

Sarà inoltre possibile visitare, questa volta a pagamento, il Colosseo, il Pantheon, le Terme di Diocleziano oltre al Foro. In aggiunta a ciò, altri immancabili monumenti da ammirare sono le gallerie Spada, Corsini e Borghese; per quest’ultima, in particolare, è doverosa la prenotazione. Inoltre, a Palazzo Barberini sarà possibile visitare fino al 6 settembre la mostra del fotografo Robert Mapplethorpe, insieme alle altre opere permanenti.

Chi fosse interessato a trascorrere un Ferragosto 2019 lontano dalla metropoli, invece, potrà recarsi presso l’Area Archeologica di Ostia Antica e il Museo Ostiense. Mentre a Tivoli si potranno ammirare per tutta la giornata Villa Adriana, Villa Gregoriana e Villa d’Este.

Firenze: il Ferragosto nella città di Dante

I fiorentini e i visitatori della città del Sommo Poeta potranno ammirare gli Uffizi e Palazzo Pitti. Senza dimenticare la Galleria dell’Accademia, che chiuderà battenti alle 22; Palazzo Vecchio che concluderà l’orario di accesso alle 23; e la Torre di Arnolfo che resterà aperta fino alle 21. Il Forte Belvedere, invece, sarà esplorabile fino alle ore 20. Accanto a questi monumenti, ce ne sono altri che potranno impreziosire il proprio bagaglio culturale, come il Giardino di Boboli e l’immancabile Duomo. In occasione della loro apertura, si potrà visitare il Bargello, il Palazzo Davanzati oltre al Museo Archeologico Nazionale; luoghi, questi ultimi, aperti solo fino alle 14.

I beni culturali accessibili gratuitamente sono Villa Bardini e il Museo di San Marco.

Le meraviglie di Napoli

Anche Napoli si prepara ad accogliere i turisti che vi si recheranno in visita, con aperture straordinarie che si affiancheranno a quelle classiche. Si potranno visitare gratuitamente il Parco e Tomba di Virgilio e le Gallerie d’Italia del Palazzo Zevallos Stigliano. Altro luogo accessibile senza alcun contributo economico sarà il Parco Archeologico di Ercolano. E, a proposito di parchi, si potrà far visita a quello Regionale dei Campi Flegrei e di Paestum. Saranno aperti anche il Museo Archeologico Nazionale e quello di Capodimonte, oltre al Palazzo Reale. Si potranno visitare, inoltre, la Certosa e il Museo di San Martino, oltre al Museo Duca di Martina.

Gli estimatori dell’arte potranno visitare il Museo MADRE; mentre, per gli amanti della fotografia potrebbe essere una buona idea quella di visitare Villa Pignatelli: al suo interno, infatti, è presente la Casa della Fotografia.

Insomma, si prospetta una giornata alternativa alla tradizionale vacanza sulla spiaggia. Una giornata  all’insegna della Cultura per scoprire e riscoprire le meraviglie di quella che è stata definita “la Penisola dei tesori”, l’Italia.

A proposito di Cultura, potrebbe interessarti anche:

Perché la cultura hygge ha reso la Danimarca uno dei Paesi più felici al Mondo

L'articolo Ferragosto 2019: musei aperti a Milano, Firenze, Roma e Napoli è tratto da BuoneNotizie.it.

Ponte Morandi: i dettagli del nuovo progetto di Renzo Piano per Genova

Il 14 agosto di un anno fa crollò il ponte Morandi. In quello stesso luogo, a un anno di distanza si sta già realizzando il nuovo ponte “Per Genova” che attraverserà la Val Polcevera. Iniziato a costruire dalla società consortile PerGenova S.C.p.A., il nuovo progetto di Renzo Piano intende rimettere in comunicazione Genova con Genova. In sicurezza, questa volta.

Lungo 1.067 metri, sarà costituito da 18 pile di cemento armato e 19 campate. Alla fine dei lavori, prevista per il 15 aprile 2020, il nuovo ponte assumerà le sembianze della carena di una nave, il cui colore chiaro lo renderà omogeneo con il paesaggio circostante.

Un ponte “semplice e parsimonioso, ma non banale”

È così che l’ha definito il suo ideatore. E, aggiungiamo, tecnologico e a basso impatto ambientale. Infatti, tramite degli appositi pannelli fotovoltaici il ponte assorbirà l’energia del sole per utilizzarla giorno e notte per l’illuminazione, gli impianti e i sensori. Come accennato prima, secondo il progetto il ponte fa della sicurezza il suo punto di forza; ricorre, infatti, a un sistema di sensori e all’automazione robotica per tenere sotto controllo l’intera tratta e mettere in atto gli interventi di manutenzione. Inoltre, è prevista la realizzazione di un sistema deumidificante che impedisce lo svilupparsi della condensa salina e che circoscrive i danni della corrosione. Infine, verrà realizzata una banca dati sempre consultabile e utilizzabile per realizzare altri ponti.

Attualmente, del progetto di Renzo Piano si sta per realizzare la terza campata, che verrà completata all’arrivo dei materiali necessari. Come si apprende dal sito, “il cantiere, a parte il minuto di silenzio che sarà osservato oggi in occasione della cerimonia di commemorazione, non si fermerà nemmeno il 15 agosto, lavorerà ininterrottamente giorno e notte”. Il che promette un futuro costruttivo, per Genova e per l’Italia intera.

Rivedi il video della demolizione del ponte Morandi.

Guarda i lavori di rocostruzione del Ponte in diretta

Potrebbe interessarti anche:

Il carpooling aiuta Genova: 5000 auto in meno sulle strade

L'articolo Ponte Morandi: i dettagli del nuovo progetto di Renzo Piano per Genova è tratto da BuoneNotizie.it.

Città ecosostenibili, ecco dove nasce la lotta al climate change

L’attenzione ai cambiamenti climatici parte dalle città. Anzi, dalle città ecosostenibili. Di recente 27 hanno firmato la dichiarazione per l’adattamento climatico delle green city. Tra loro ci sono Roma, Milano, Firenze, Napoli, Genova, Bergamo, ma non solo. C’è anche una piccolissima realtà come la sarda Sorradile (360 abitanti circa), che è un’eccezione virtuosa, ma ce ne sono diverse poco sopra i 30mila abitanti. Sono realtà che dietro alla firma, mostrano spesso un’attenzione accentuata all’ecosostenibilità. Ecco qualche esempio.

DALLE RINNOVABILI AL PLASTIC-FREE – Partiamo con Assisi, simbolo delle realtà urbane green, tanto che la Conferenza delle Nazioni Unite sul clima (UNFCCC-COP22) di Marrakech l’ha proposta come laboratorio internazionale per reinventare le città in chiave ecosostenibile. Di recente è stato firmato un protocollo d’Intesa tra Ministero dell’Ambiente e Comune umbro per promuovere la diffusione di pratiche virtuose per la tutela dell’Ambiente. Non solo: l’amministrazione locale ha approvato…

L'articolo Città ecosostenibili, ecco dove nasce la lotta al climate change è tratto da BuoneNotizie.it.

Beach scanner, la app per trovare la spiaggia giusta

Trovare la spiaggia dei sogni dal proprio smartphone oggi è possibile, grazie ad una app. Si chiama «Beach Scanner» la guida sempre al nostro seguito sul cellulare, che offre la possibilità di ricercare la spiaggia con le qualità preferite e di organizzare l’intero programma delle imminenti vacanze: la scelta dell’hotel, la rosa dei ristoranti e degli stabilimenti, le attività sportive da svolgere. Il tutto con l’aggiunta dei consigli e delle valutazioni rilasciate da chi è stato nel posto prescelto prima di noi. Lungo il solco inaugurato da «TripAdvisor», dunque, anche le vacanze al mare hanno adesso uno strumento di valutazione digitale a cui si preannuncia che possano fare riferimento migliaia di famiglie pronte a staccare la spina durante il mese di agosto…

L'articolo Beach scanner, la app per trovare la spiaggia giusta è tratto da BuoneNotizie.it.

Xylella in Salento, espiantati migliaia di alberi: rigenerazione al via

L’esempio dei fratelli Matteo e Ettore Congedi, nell’agro di Ugento

“Nessun disastro o desertificazione ma solo la fase due della rigenerazione”. Gli olivicoltori salentini stremati dalla piaga della Xylella fastidiosa che ha distrutto gli olivi sono alle prese in questi giorni con le prime operazioni di eradicazione degli alberi malati e seccati, in vista della sostituzione delle piante con altre maggiormente resistenti o intolleranti al batterio che ha già raggiunto il capoluogo regionale di Bari. Davanti ai loro occhi non vedono un territorio che si va impoverendo per la sottrazione di esemplari spesso secolari ma una distesa di terreni che attende solo di essere rinverdita con piante che possano dare un prodotto di qualità…

…continua a leggere

L'articolo Xylella in Salento, espiantati migliaia di alberi: rigenerazione al via è tratto da BuoneNotizie.it.

Cos’è il plogging, la corsa abbinata alla raccolta dei rifiuti che fa bene alla salute e all’ambiente

Nasce in Svezia e ha sempre più successo questa attività a metà tra lo sport e la cura dei luoghi che ci circondano. Un modo salutare, divertente e social di impegnarsi concretamente per l’ambiente.

Sembra sia nato nel 2016, ma è da quest’anno che si è diffuso con successo non solo nel suo paese d’origine, la Svezia, ma anche in tutta Europa e nel mondo: parliamo del plogging, la nuova moda del momento che prevede di raccoglie rifiuti mentre si fa jogging nei parchi cittadini o nei boschi. Un’attività salutare che permette di mantenersi in forma e allo stesso tempo prendersi cura concretamente dei luoghi che viviamo. Quando essere alla moda è davvero la cosa giusta da fare…

L'articolo Cos’è il plogging, la corsa abbinata alla raccolta dei rifiuti che fa bene alla salute e all’ambiente è tratto da BuoneNotizie.it.

Anche nascondere i soldi sotto al materasso comporta dei rischi

Siete dei risparmiatori o degli investitori?

Il risparmiatore è colui che trattiene una parte del proprio reddito e la lascia lì, in bella mostra sul conto corrente o in un cassetto di casa, in attesa di consumarla in futuro per un evento imprevisto o per l’acquisto di un bene. Non pianifica, non si pone obiettivi e accumula risparmi in attesa di «fare qualcosa».

L’investitore, invece, non si accontenta di questo. Vuole aumentare la sua ricchezza impiegando i sui risparmi nel tempo. Pertanto si «priva» dei suoi risparmi per un periodo definito con l’intento di farli crescere, in modo da raggiungere un preciso obiettivo di vita: per esempio, procurarsi la somma necessaria per iscrivere il figlio a un master all’estero.

Il risparmiatore vive alla giornata, l’investitore pianifica per obiettivi di vita.
Il risparmiatore mantiene tutto liquido o liquidabile in poco tempo, l’investitore si priva del suo risparmio per periodi lunghi, puntando a…

L'articolo Anche nascondere i soldi sotto al materasso comporta dei rischi è tratto da BuoneNotizie.it.

Attraversare la Sardegna lungo il cammino più lungo dell’isola, le tappe del Sentiero Italia

Esplorare il cuore dell’isola e conoscerne le vette più alte e la natura più selvaggia si può grazie ai tratti del Sentiero Italia che attraversano la Sardegna. Presto tutti percorribili a piedi e in mountain bike.

Sarà il sentiero più lungo dell’isola, percorribile non solo da escursionisti, ma anche in mountain bike. Si tratta di circa 100 chilometri che attraversano la Sardegna da nord a sud o viceversa – da Santa Teresa di Gallura fino a Castiadas. Il progetto, non ancora terminato, presenta alcuni tratti già tracciati e verificati dal Cai nell’ambito del Sentiero Italia e dovrebbe essere percorribile interamente entro il 2020. Imperdibile per chi desidera conoscere a pieno la terra sarda dove batte davvero il cuore dell’isola.

Come attraversare la Sardegna, un’isola di sentieri

La Rete escursionistica della Sardegna (Res), istituita nel 2017, vanta circa 1000 chilometri di sentieri, un patrimonio già molto importante che potrebbe berò essere incrementato enormemente con il progetto che prevede di accatastarne altri 4000. È la direzione verso cui la regione vuole andare – ci auguriamo anche con la nuova Giunta regionale – che prevede di valorizzare l’ambiente e il patrimonio forestale favorendo e incentivando un modello di turismo attivo e sostenibile che attragga visitatori interessati a un contatto vero e profondo con la natura, il territorio e quindi anche con le sue tradizioni, fortissime e ancora radicate in Sardegna…

L'articolo Attraversare la Sardegna lungo il cammino più lungo dell’isola, le tappe del Sentiero Italia è tratto da BuoneNotizie.it.

Come scegliere le migliori creme solari per te e per l’ambiente

L’estate si avvicina e ci si trova tutti gli anni alla ricerca della crema solare migliore, quella con più efficacia protettiva e meglio tollerata specialmente da bambini piccoli, da chi ha pelle chiara e delicata, nei o tendenza a sviluppare eritemi. Ma quali sono le caratteristiche da ricercare? Quali sono i migliori preparati in questi termini e anche quelli che maggiormente rispettano l’ambiente?

Un prodotto solare è un qualunque preparato (crema, olio, gel, spray) da apporre sulla pelle per proteggerla dai raggi UV; lo spettro solare è formato da energia elettromagnetica con lunghezza d’onda che si estende da 200 a 1800 nanometri (nm) ed è formato in percentuale dal 3% di raggi UV, 37% di raggi del visibile e 60% di raggi infrarossi. La radiazione ultravioletta è quella più “energetica” dello spettro solare e pertanto è la più pericolosa per la cute: i raggi UV si suddividono in…

L'articolo Come scegliere le migliori creme solari per te e per l’ambiente è tratto da BuoneNotizie.it.

Vacanze: 3 consigli preziosi per l’estate dei nostri amici animali

Se state organizzando le vostre vacanze e ancora non avete trovato una soluzione per cani e gatti, le nuove risorse a disposizione sono molte, con qualche accortezza… e una dritta: trasportarli con noi non è mai stato così facile.

Regola numero uno: non lasciate i gatti in un gattile, salvo non ci sia proprio alcuna altra possibilità. I gatti sono territoriali, e aggiungere all’assenza dei “padroni” il cambiamento di scenario è uno stress per loro ancor maggiore che per un cane. I gatti non hanno bisogno di uscire, quindi senza troppa fatica si dovrebbe riuscire a trovare qualcuno disposto a passare a trovarlo, nutrirlo e ripulire la sabbietta una volta al giorno.

Anche un vicino di casa, un parente o un amico, vanno bene: qualcuno a cui poter ricambiare il favore, risparmiando, e che il gatto conosce, anche se magari superficialmente.

In alternativa, le risorse – anche online – sono molte…

L'articolo Vacanze: 3 consigli preziosi per l’estate dei nostri amici animali è tratto da BuoneNotizie.it.

Solidarietà: a Chicago il fiume si tinge di giallo

Come ogni anno il fiume Chicago nell’omonima città dell’Illinois negli Stati Uniti, si tinge di giallo per qualche ora. Il colpo d’occhi lo regala una montagna di paperelle gialle di gomma che vengono scaricate da due tir. Il Chicago Ducky Derby è un’iniziativa benefica per la raccolta fondi destinata alla Special Olympics Illinois. Chiunque voglia ‘adottare’ una papera può farlo investendo 5 dollari, o acquistare pacchetti e donare di più. Una volta lasciate cadere in acqua, le papere vengono incanalate in una corsia finché non raggiungono il traguardo. Si tratta di una vera e propria gara. Al proprietario della vincitrice va un’automobile, una somma in denaro e una vacanza. Tutte le paperelle vengono recuperate a fine gara da un esercito di volontari per essere utilizzate nelle prossime edizioni dell’evento.

L'articolo Solidarietà: a Chicago il fiume si tinge di giallo è tratto da BuoneNotizie.it.

Ciao mondo!

Benvenuto in WordPress. Questo è il tuo primo articolo. Modificalo o eliminalo, e inizia a creare il tuo blog!

Sul Canale Cavour i ciclisti saranno ospitati come nei bivacchi di montagna

Il Team Recyclo del Politecnico di Torino ha ideato un Modulo Abitativo Autosufficiente per Cicloviaggiatori e Camminatori, un’unità abitativa in legno pensata per offrire riparo e ospitalità a ciclisti e biciclette che percorrono le grandi vie ciclabili.

Il MAACC si ispira ai bivacchi di montagna e segue i criteri di sostenibilità ambientale e sociale, ricerca scientifica, riciclo, valorizzazione del territorio e del patrimonio storico. Il primo prototipo è stato posizionato lungo la futura ciclostrada del Canale Cavour, all’interno di una antica cascina. L’idea è quella di vederlo presto riprodotto in altri contesti da valorizzare simili a questo e all’interno degli edifici dei caselli di controllo del Canale Cavour.

Il MAACC si inserisce nel contesto Europeo del progetto EuroVelo, un sistema di piste ciclabili che, una volta completato, attraverserà l’intero continente. Nell’ambito di questo progetto, la Regione Piemonte ha recentemente finanziato una ciclostrada lungo il Canale Cavour; sullo stesso territorio si snoda poi una parte della Via Francigena, che negli ultimi anni è stata meta di un consistente aumento di viaggiatori in transito.

In questo territorio sono presenti aziende agricole legate alla coltivazione del riso e aziende della filiera legno, che il team di lavoro ha coinvolto in qualità di partner.

…continua a leggere

L'articolo Sul Canale Cavour i ciclisti saranno ospitati come nei bivacchi di montagna è tratto da BuoneNotizie.it.

Dyson, dall’aspirapolvere all’auto elettrica di lusso

Lo sapremo presto, visto che ai circa 500 dipendenti della Dyson sono arrivati via email i bozzetti del brevetto che è stato depositato e a cui si lavora già dal 2017. Niente di definitivo, nemmeno un nome. Dyson è un nome che rimanda all’affidabilità, ma progettare auto elettriche non è certo come progettare aspirapolvere e ventilatori…

Il sito Autocar ha mostrato i bozzetti dell’auto sulla base di 3 brevetti. Il veicolo potrebbe arrivare sul mercato nel 2021. Si tratterebbe di una sorta di lungo crossover, elegante e massiccio ma con ruote sottili e dal diametro ampio. Ogni bozzetto va comunque dimenticato subito dopo averlo visto. Tutto potrebbe cambiare.

Sono già 2 anni che si discute del piano di Dyson di investire quasi 3 miliardi di euro su questo progetto, i bozzetti mostrano null’altro che un ripensamento del design di un suv, utile a renderlo di lusso e adatto all’era dell’elettrico. Peso ridotto, telaio in alluminio, aerodinamica ad hoc per massimizzare le performance e comfort estremo all’interno grazie allo spazio ricavato nell’abitacolo.

Per quanto riguarda le batterie, pare che verranno utilizzate quelle allo stato solido: più capacità, quindi più autonomia per il veicolo. La produzione dell’auto sarà collocata fuori dalla…

…continua a leggere

L'articolo Dyson, dall’aspirapolvere all’auto elettrica di lusso è tratto da BuoneNotizie.it.

5 iniziative dagli USA che non ti aspetti per migliorare il clima

Buona parte degli Stati Uniti si sta opponendo alle politiche anti-ecologiche del Presidente Donald Trump. Una delle sue scelte “rivoluzionarie”, da neoeletto, è stata infatti quella di ritirare gli USA dagli Accordi di Parigi sul clima.

Nonostante questo, gli Stati Uniti sono comuque sulla buona strada per limitare entro il 2025 le emissioni di anidride carbonica: ben 5oo i milioni di tonnellate in meno che saranno immesse nell’atmosfera. Certo, per raggiungere questo incredibile obiettivo le tecnologie ecologiche devono essere realizzate ed utilizzate al meglio. A comunicare queste (e altre) iniziative “verdi” è il magazine dell’Università di Padova. Stando a quanto si apprende, nel 2017 le emissioni di gas serra registrate sono state le più basse da 25 anni. Inoltre, sulle strade statunitensi saranno 4 milioni i veicoli a impatto zero che vi circoleranno. Senza dimenticare che le aziende che hanno scelto la strada dell’ecosostenibilità rispettando gli Accordi di Parigi sono ben 70.

Le proposte dagli USA per migliorare il clima.

E le soluzioni che l’America “verde” intende mettere in campo per contrastare l’inquinamento del pianeta sono molteplici. Si parte, infatti, dal velocizzare la chiusura degli impianti che utilizzano il carbone, per poi proseguire con:

  • l’incremento dell’efficienza energetica, ristrutturando le abitazioni private;
  • la diminuzione di idrofluorocarburi (HFCs, un super inquinante);
  • il maggiore utilizzo di veicoli elettrici;
  • politiche per la riduzione dell’utilizzo del carbone nei luoghi di lavoro.

Scopri di più in questo articolo.

L'articolo 5 iniziative dagli USA che non ti aspetti per migliorare il clima è tratto da BuoneNotizie.it.

Gli ambienti naturali fanno bene alla salute

L’idea, che trascorrere del tempo libero in ambienti naturali è un bene per la nostra salute e il benessere, non è nuova. I genitori dicono ai loro figli, di andare a giocare fuori, essendo un bene per loro, da generazioni. Uno studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports, dice che, stare in natura per appena due…

…continua a leggere

L'articolo Gli ambienti naturali fanno bene alla salute è tratto da BuoneNotizie.it.

Pagine