Aquarius

Sono acqua di vita versata agli assetati

Il campo di forze che in questo periodo irrora il Sistema Solare immette nello Spazio, come suggerisce il simbolo del Segno zodiacale stesso, un'energia che può essere definita una fonte zampillante di Acqua di Vita; tale fonte costituirà, per i prossimi due millenni (Era dell'Aquario), l'influsso astrologico di riferimento per l'evoluzione della coscienza umana, instillandovi una maggiore comprensione del Proposito e modellando il futuro campo d'espressione e di servizio dell’Umanità.

L'influsso dominante del plenilunio dell'Acquario stimola la capacità spirituale degli uomini di amare e servire il prossimo, di diventare inclusivi e compassionevoli, e di condividere le proprie risorse liberamente e pienamente cercando di soddisfare i bisogni individuati. Tale influsso è grandemente necessario in un mondo in cui l'Umanità si è cristallizzata in una condizione di egoismo e separazione. Nel lungo periodo nulla può opporsi alle potenti energie che fluiscono attraverso la costellazione dell'Acquario. Esse sono dominate dal secondo raggio di amore e saggezza, dal quarto raggio di armonia attraverso il conflitto, e dal settimo raggio di Legge e Ordine, con il suo potere di stabilire rette relazioni e di ancorare l'energia spirituale nella forma materiale.

Il mito

Nell’undicesimo segno Ercole deve affrontare la pulizia delle stalle di Augia maleodoranti. Esse rappresentano il materialismo dilagante nel mondo. Ercole riesce nell’impresa abbattendone i muri (le barriere che dividono l’Umanità) e deviando il corso dei due fiumi Alfeo e Peneo (le acque di Vita e di Amore) che, inondando le stalle, le ripuliscono dalla sporcizia. L’istruttore gli fa osservare di aver giustamente proceduto nel tornare indietro ed usare la propria Luce per far risplendere quella degli altri. Re Augia lo scaccia dal suo regno (ingratitudine riservata quale ricompensa ai rinnovatori e ai salvatori del mondo).

Meditazione riflessiva

Lo stato di coscienza acquariano, sicuramente una forza che oggi pervade molti, non può non stimolare un cambiamento nella coscienza dell'Umanità nel suo complesso. Nella misura in cui i servitori mondiali in seno al Regno Umano sapranno mantenere la propria posizione nella corrente di energia acquariana ricevendo, dando e vivendo il potere e l'amore per loro disponibili, così essi serviranno a irradiare e trasformare l’intero ambiente umano in comunità fraterna.

Elevando la nota vibratoria del nostro cuore. Avremo accesso all’intelligenza superiore dell’Anima e capiremo che “tutto quello che ci appare separato sul piano fisico, è in realtà unito sul piano spirituale. Il corpo umano non è solo un involucro, ma deve essere o diventare tempio e reso sacro dal nostro modo di pensare e amare”. Solo quando avremo appreso questa lezione saremo in grado di aprirci e comprendere veramente i nostri fratelli. L’era dell’Acquario porta con sé la necessità di sintesi, operata sui livelli superiori della coscienza, del distacco del sé inferiore, egocentrico e separativo, per integrarsi nella coscienza del Sé Superiore inclusiva e radiante.

Elemento centrale dell’intera esperienza di vita del discepolo sotto l’influenza dell’Acquario è la bellezza della vita di gruppo, il bene del gruppo ed il servizio di gruppo. Il lavoro che ci attende, dunque, passa dal riconoscimento individuale a quello di gruppo e dell’Umanità presa nel suo insieme come Organismo vivente.