Pensiero del giorno: Corona virus e l'Economia

Il Corona virus è arrivato in Italia e si sta espandendo nelle regioni dove il business è più marcato. Lombardia e Veneto, locomotive dell’economia italiana. Ancora non abbiamo capito che il modello di sistema basato principalmente sull’economia di scambio, il profitto, la speculazione commerciale, non funziona, poiché mette in secondo piano i valori dell’umanità. Noi siamo così stupidi o così prigionieri del sistema da non volerlo comprendere, ed allora la “Vita” mette in atto le sue strategie e in un sol colpo fa chiudere fabbriche, negozi, eventi di relazione. Il messaggio è chiarissimo a chi ha orecchie per sentire ed occhi per vedere. La relazione è l’attività basilare della vita e dell’uomo ma non può e non deve essere centrata sullo scambio commerciale; bensì sull'accoglienza e solidarietà. Lo scambio commerciale è solo una forma, una delle tante, per consentire un più approfondito rapporto umano. Laddove è negato, la “Vita” ristabilisce  l'equilibrio a caro prezzo. Cioè ci colpisce sulla salute, l’unico aspetto che può prevalere ancora sulle attività economiche.

Hanno voluto la globalizzazione, hanno voluto l’accentramento di capitali e attività imprenditoriali come le multinazionali… ed ora la produzione di tecnologia avanzata avviene solo in Oriente. Se la Corea del sud e la Cina chiudessero i battenti, niente produzione di chips e senza circuiti integrati, niente computers e… tutto il resto! 

Forse questo tragico accadimento farà riflettere chi detiene le sorti dell’umanità, cioè il potere economico e finanziario, a ritornare ad una economia più umana, una produzione di beni primari e tecnologici avanzati prodotti in tutti i Paesi in modo da non dipendere da pochi od unici manifatturieri. Questo ci sta insegnando il Corona virus! 

Poniamo l’umanità al di sopra della Economia e che la Politica non sia più schiava del Mercato! 

Se lo capiremo avremo un’altra schance, altrimenti…