Il percorso della Fratellanza

Pensiero del giorno: Il tesoro oltre l'apparenza

Fate la conoscenza di una persona che vi sembra magnifica, provate un’attrazione, vorreste avvicinarvi a lei… È naturale, ma non abbiate fretta; anziché cercare a ogni costo di diminuire la distanza sul piano fisico, imparate ad ascoltare le vibrazioni della sua voce, a captare la luce del suo sguardo, a gioire dell’armonia dei suoi gesti. È così che a poco a poco riuscirete a entrare in relazione con quanto vi è di più sottile e spirituale in lei, e assaporerete sensazioni sconosciute, inesprimibili.
Se adotterete questo atteggiamento, finirete anche per scoprire che alcuni uomini e donne che tendete a ignorare o a disprezzare a causa del loro aspetto modesto e insignificante, in realtà sono esseri di grande valore. Allora, frequentateli ed essi vi daranno molto più di quanto non potrebbero fare altre persone, in apparenza più interessanti o seducenti.

Omraam Mikhael Aivanhov

Enunciati operativi

Questi i tre enunciati su cui fonda FRATERNITY, il movimento che ha come scopo il progresso armonico della società. L'impegno è rivolto al graduale sviluppo delle coscienze verso la creazione della Fratellanza Umana animata dalla Buona Volontà e ispirata al Maggior Bene Comune.

Pensiero del giorno: Il Silenzio è d'oro

Il Silenzio è l’agente di trasmutazione che crea il vuoto necessario ad aspirare la sofferenza umana, in forma di immagine corrotta, in un vortice verso l’alto che la redime; e quindi, precipitare l’immagine corretta in un vortice discendente dai piani dell’Anima entro la psiche umana. Il Silenzio nasce nel Cuore quando si pone in ascolto dell’Anima così da svuotare la mente. Il Cuore aspira in silenzio all’Amore dell’Anima innescando il vortice che svuota la mente e libera l’immagine corrotta redimendola. L’elementale del fuoco per attrito, che vivifica l’immagine corrotta, è indirizzato dal Cuore verso l’alto, con volontà cosciente, in modo da fondersi con il Fuoco solare. Al tempo stesso, si produce una purificazione del canale che consente al Fuoco solare di discendere in vortice entro la Cavità della testa. La Cavità si illumina della nuova luce animica d’Amore intelligente e il riflesso dell’immagine archetipica si sostanzia in forma-pensiero salvifica. Il movimento di risalita della materia corrotta verso lo Spirito e la ridiscesa della materia risanata dallo Spirito è compiuto.

Pensiero del giorno: Partecipare al lavoro del Maestro

Non è sufficiente volersi mettere al servizio di Dio per esserne capaci. Occorre prepararsi, imparare, esercitarsi. Guardate solo ciò che accade nella vita di tutti i giorni: anche se lo desidera sinceramente, il primo venuto è forse in grado di essere un bravo impiegato, un bravo segretario, un bravo ministro? No, per riuscirci deve aver studiato e sviluppato certe facoltà e qualità. Perciò, a maggior ragione, quando si tratta di mettersi al servizio del Signore. Cosa farà chi non si è preparato? Quanti errori commetterà! Crederà di essere al servizio del Signore, e in realtà rimarrà il servitore di quei padroni che sono i suoi pregiudizi e le sue illusioni. Più volte, nel corso della giornata, rivolgetevi alle entità celesti, dite che volete mettervi a loro disposizione e chiedete loro di ispirarvi e di indicarvi come agire. È così che diventerete un buon servitore di Dio che partecipa al lavoro del suo Maestro.

Omraam Mikhaël Aïvanhov 

Pensiero del giorno: Spirito Materia e Coscienza

Possiamo definire lo Spirito come il cuore centrale o Impulso Divino che dirige e muove tutta la manifestazione. Il principio motivante della Volontà Divina che indirizza il pensiero creativo affinché la creazione avvenga. Il Pensiero diretto in movimento dallo Spirito, nello stesso istante in cui è mosso, diviene Materia in espansione la cui vibrazione decresce, via via, in velocità o frequenza. Il Big Bang ne è un valido esempio. Lo Spirito è l'impulso che provoca la deflagrazione e l'onda di propagazione è il pensiero fatto materia, o il Verbo fattosi carne, che espandendosi produce l'Universo manifesto.
Ogni abbassamento in frequenza di ciò che chiamiamo Spirito è, dunque, materia sostanziale, o stato di coscienza incarnato. Si può affermare che tutta la sostanza è Spirito a differenti livelli di vibrazione, poichè ogni atomo ha in sé il Principio Motivante. L'Intelligenza, che è qualità della Materia, è, quindi, un abbassamento in frequenza della Volontà, che è qualità dello Spirito.
La Coscienza è la sperimentazione, da parte dell’Esseità o Esistenza, di tutto il "movimento" della Materia o vibrazioni della Sostanza. La qualità della Coscienza che coniuga la Volontà all'Intelligenza, o lo Spirito alla Materia, è Amore.

Pensiero del giorno: Sulle difficoltà

La vita ci si presenta come un susseguirsi di problemi da risolvere. Chi cerca di sottrarsi a quei problemi, anziché sforzarsi di risolverli onestamente, ben presto si troverà di fronte a difficoltà insormontabili. Perché? È molto semplice. Tutti voi siete andati a scuola, vero? Lì avete studiato la grammatica, la matematica ecc., e per ogni materia avete dovuto fare degli esercizi.

Pensiero del giorno: Il cuore è simbolo di unione

Ci siamo mai chiesti perché il simbolo del cuore ha una forma così strana che nulla ha a che vedere con quella dell’organo cardiaco?

Ebbene la forma del simbolo ha un significato molto più profondo che testimonia l’intero viaggio dell’essere umano di esistenza in esistenza.

Il viaggio inizia da un unico punto d’origine (La Monade Divina o scintilla individuata dello Spirito) dal quale si dipartono, in direzioni opposte, due linee curve, in realtà spiraliche, che vanno ad incontrarsi dopo aver tracciato un arco nello spazio.

Le linee o archi di spirale sono in realtà la linea involutiva e quella evolutiva che, dalla “Casa del Padre” prendono direzioni opposte per poi riunirsi alla fine dell’intero viaggio. Come due spirali PHI o logaritmiche che disegnano il moto della Coscienza visto reciprocamente dalla prospettiva dei poli positivo e negativo della Manifestazione Divina: Spirito e Materia. La doppia spirale PHI, detta spirale aurea, poiché ne rispecchia la proporzione, raffigura, infatti, la sperimentazione della Coscienza di tutte le possibili variabili, o possibili vibrazioni, che vengono esperite nel campo magnetico prodotto dalla interazione tra Spirito e Materia.

La Coscienza, dunque, traccia, durante il suo percorso evolutivo, le due linee che vanno ad evidenziare la forma del simbolo del cuore. Simbolo che testimonia la sintesi degli opposti, il riunirsi delle due metà nell’unica meta; lo sposalizio alchemico del Padre Celeste (Spirito) con la Madre del Mondo (Materia) mediante il Figlio (Coscienza) che è il sigillo della Loro unione d’Amore.