Pensiero del giorno: Fuoco e sensibilità

Dei quattro elementi, il fuoco è certamente quello che esercita sugli esseri umani il più grande fascino. Essi guardano le fiamme danzare e, istintivamente, tendono le mani verso di esse, come se sentissero di poter captare qualcosa. Perché? Direte che è la natura che li spinge ad agire così. Sì, certo, ma questo impulso ha una ragione profonda.
All’estremità delle nostre dita possediamo dei centri molto sensibili, poiché provvisti di un gran numero di cellule sensoriali. Si è anche potuto constatare che la sensibilità di un essere si misura, fra l’altro, dal rigonfiamento che presenta all’estremità delle dita. Dunque, quando tendiamo le mani verso il fuoco, i centri sensibili sulla punta delle dita cominciano a funzionare: captano il calore come pure altri elementi sottili, e li trasmettono al nostro organismo. Così, non solo il nostro corpo viene riscaldato, ma il nostro plesso solare viene favorevolmente influenzato.

Mikhael Omraam Aivanhov

 

Contenuti