Pensiero del giorno: Quante forme ha l'Amore

L’Amore è la forza che più di ogni altra governa gli esseri umani nel bene e nel male. Ciascun essere umano è immerso in essa ma vibra a differenti frequenze secondo il suo personale modo di amare. Così ogni uomo sulla Terra ama a suo modo, anche in quelli più degradati e perversi; tanto corrotti da non poter riconoscervi, se non con grande amore, il seme dell’Amore stesso. Quanti modi d’amare su questo pianeta che della sofferenza ha fatto il suo più efficace strumento di redenzione! Quante forme si intrecciano e convivono nei meandri della psiche e nelle viscere dei sentimenti. Eppur ciascun modo, sublime o infimo, ha la sua propria ragione d’essere. Per quanto vogliamo indagare e per quanto vogliamo analizzare le motivazioni o gli istinti che ci spingono a cercare l’Amore, non potremo mai trovare una regola uguale per tutti. Non si può regolare l’Amore come si fa per tutte le altre attività umane. L’Amore non sottostà alle regole poiché è rivoluzionario. Non si può imbrigliare l’Amore né tantomeno rinchiuderlo in schemi intellettuali. Possiamo solo essere invasi dall’Amore in tutte le miriadi di forme in cui si palesa.

Ma che cosa è l’Amore per noi umani?
Ci sono molte definizioni dell’Amore ma ognuna è un mondo a sé. C’è l’Amore che unisce e l’Amore che separa; l’Amore che imprigiona e l’Amore che libera. L’Amore che dà gioia e quello che porta alla disperazione. Tutte le forme in cui si palesa non sono altro che interpretazioni più o meno riuscite del disperato bisogno di averlo. Siamo noi a definire l'Amore secondo le nostre necessità di protezione, riconoscimento, aggregazione o dominio. Utilizziamo l’Amore come un metallo duttile a cui dar la forma che più ci aggrada; momento per momento, bisogno dopo bisogno.
Eppur l’Amore è sempre Uno.

Contenuti