Pensiero del giorno: Simmetria e Vita

Quella della Simmetria è una grande Legge che regola la creazione dell’Universo, in tutte le variazioni di scala dal Macrocosmo al microcosmo. È a causa della simmetria che esiste l’effetto della dualità delle coppie di opposti. “Come sopra così sotto” sentenziava Ermete Trismegisto ad affermare la Realtà e Verità di questa Legge. La simmetria è anche equilibrio dinamico; come se un’entità non possa esistere senza il suo contrario che la bilanci affinché sia realizzato il movimento. Questo è un concetto che ha bisogno di ulteriore chiarimento. Il movimento nasce dalla simmetria della coppia. Senza dualità non vi è campo magnetico, ossia relazione tra due poli: Positivo e Negativo. E senza relazione non è possibile il movimento. Esso scaturisce, infatti, dalla relazione dei due poli. Così la Legge ciclica del Karma ha il suo divenire che pone Causa ed effetto in movimento reciproco e sancisce l’andata verso la “Casa della Madre” e il ritorno alla “Casa del Padre”, determinando da un lato l'incarnazione e dall'altro l’Evoluzione. Come se l’Assoluto, manifestandosi contemporaneamente nella triade di Osservatore, Osservato e Osservazione, abbia avuto necessità di mettere in moto l’energia causale affinché prendesse forma nella materia. La triplicità in se stessa è il Perfetto equilibrio; inizio e fine dell’esistenza. Ma la legge di simmetria spinge la triplicità iniziale a scindersi in un’apparente coppia di opposti che nel reciproco specchiarsi crea un movimento oscillatorio, una vibrazione. Su e giù, avanti e indietro. Così la vita è manifesta. Così il Maschile e il Femminile danno alla luce il Figlio, frutto della loro relazione d’Amore.

L’oscillazione magnetica esprime in sé una funzione determinante in quanto produce l’incontro delle forze contrapposte dei due poli in un punto di mezzo. Essa promuove la giusta tensione che dapprima è motivo di scontro, cosicché il punto di mezzo divenga campo di battaglia… poi, con il prolungarsi della lotta, l’energia si colora di una tinta più morbida: il rosso si stempera nel rosa e il punto di mezzo si trasforma in "Talamo". Così lo Spirito feconda la Materia e l’Anima infonde la sua Luce nella persona. Le correnti di forza confluiscono al centro; l’una discende dall’alto e richiama l’altra che risale dal basso. L’Anima chiama la personalità e quando essa risponde inizia la risalita e la costruzione del ponte che ricongiunge le sponde sulla via del ritorno. Così funziona la meditazione che è attività di mediazione tra il Divino e l'umano. Il centro è punto di simmetria, equilibrio e fusione. È il Cuore di tutte le creature del Macro e micro cosmo. In esso la simmetria regna sovrana, e nella duplicità del battito, tra sistole verticale e diastole orizzontale, regola il ritmo della Vita Una.

 

Contenuti